18° Anniversario strage di Nassirirya

Sono trascorsi 18 anni dalla strage di Nassiriya.

Era il 12 novembre 2003, quando alle 10.40 ora locale, 8.40 in Italia, un’autocisterna forzò l’entrata della base Maestrale, presidiata dai carabinieri italiani, nella città di Nassiriya, in Iraq: i due uomini a bordo fecero esplodere una bomba. La deflagrazione, con un effetto domino, fece saltare in aria il deposito munizioni. E spezzò 28 vite, quelle di 9 iracheni e di 19 italiani: 12 carabinieri, 5 militari dell’esercito e due civili, un cooperatore internazionale e un regista, Stefano Rolla, impegnato con la sua troupe nelle riprese di uno sceneggiato sulla ricostruzione del paese. Fu il più grave attacco subito dall’esercito italiano dalla fine della Seconda guerra mondiale.

Oggi anche a Catanzaro si è ricordata la strage e i caduti militari, con una cerimonia religiosa celebrata dal cappellano militare, don Vincenzo Ruggiero, alla quale ha partecipato il Comandante della Legione Carabinieri Calabria, Generale di Brigata Pietro Francesco Salsano, e una delegazione della sezione Anc Arruzzo.

This entry was posted in News. Bookmark the permalink.

I commenti sono chiusi.